Itinerari enogastronomici per l’entroterra riccionese

Riccione offre anche itinerari splendidi e ricchi in un suggestivo entroterra.
Le escursioni sono dense di paesaggi estatici, rocche e castelli fioriti nella storia medievale e rinascimentale sotto l’egida della Signoria dei Malatesta.

Vi troverete tra le mani un ricchissimo calendario di appuntamenti, tra folklore, sagre e feste popolari.
A soli 8 km da Riccione troverete Coriano, situata tra antichi poderi, vigne e ulivi dove passeggiare nel Parco fluviale del Fiume Marano e nella Valle del Rio Melo e tutta da gustare anche in autunno con la Sagra del Sangiovese e dell’Oliva.
Gradara dista invece 14 km e qui ripercorreremo le gesta di Paolo e Francesca e andremo a vedere la Rocca: nel terzo week-end di luglio non perdete la suggestiva rievocazione medievale “Seduzione al Castello”.
Gusteremo poi il piatto gradarese tipico, i bigol, particolari spaghetti fatti a mano conditi con funghi porcini o ragù di carne.
Sempre a 14 chilometri circa andremo a Morciano di Romagna che offre la Fiera di S.Gregorio il 12 marzo, specializzata in ovini, bovini e cavalli di razza.
Ad una ventina di chilometri visiteremo Gemmano nella vallata del Conca con le Grotte di Onferno e con la sua scelta enogastronomica fatta di Sangiovese e Trebbiano ed arrosti misti di carne.
E sempre a 20 km circa si trova Montefiore Conca ed una bellissima e imponente rocca malatestiana.
In luglio la rassegna culturale Rocca di Luna e Salute in Fiera, mentre in ottobre la Sagra della Castagna. Da mangiare qui sono i buonissimi passatelli in brodo, e in autunno caldarroste irrorate di vino novello.
Vicina anche Montecolombo e il suo famoso castello del XI secolo.
Splendida è Mondaino e la sua Piazza Maggiore con una struttura circolare e un porticato neoclassico. In luglio vi divertirete e mangerete ai quattro palmenti durante la famosa Sagra della Trippa e dello Strozzaprete, mentre bellissimo è il Palio del Daino (3a settimana di agosto) con le sue atmosfere accurate e precise ambientazioni medievali. Godetevi i ravioli di ricotta e ortica e l’arrosto in salsa di prugne.
Ad una sessantina di chilometri si trova poi Casteldelci, località ricca di sorgenti perenni, all’apice nel Medioevo, con l’insediamento di rocche e castelli. Dal Ponte Vecchio potete ammirare le torri di Gattara, la torre del Monte e quella Campanaria.

Gli alberghi e gli hotel in cui alloggerete a Riccione offrono tantissimi depliant con gli itinerari possibili e indicazioni su come arrivarci!